FAQ: DOMANDE FREQUENTI

ODONTOIATRIA

Ogni quanto tempo va fatta una pulizia dentaria?

La pulizia dei denti deve esser ripetuta annualmente. I pazienti che presentano patologia parodontale (parodontopatia) devono sottoporsi ad una igiene orale più frequente (6 mesi) associata ad una pulizia profonda (courettage).

La pulizia (ablazione tartaro) rovina lo smalto dei denti?

No, l’ablazione tartaro non ha effetto nocivo sulla superficie del dente. Lo smalto  ha una consistenza tale da non temere la punta dell’ablatore che con le sue vibrazioni ha il solo scopo di rimuovere  residui di placca ed il tartaro accumulati sulla superficie del dente.

Pulisce meglio lo spazzolino elettrico o manuale?

Entrambi gli strumenti sono ugualmente validi. Il concetto fondamentale è che entrambi i tipi di spazzolino, se non utilizzati con la giusta frequenza e per la giusta durata non hanno effetto sufficiente. Quindi l’importante è usare lo spazzolino.

A che età va portato il bambino dal dentista per la prima visita odontoiatrica?

I nostri figli dovrebbero incontrare il dentista immediatamente qualora si riscontrassero i sintomi di una patologia della bocca (macchie sui denti, carie, ascesso) che possono colpire anche i denti da latte. Anche i denti da latte devono esser curati, il mancato trattamento può comportare rischi ai nuovi denti in formazione. In assenza di patologie, i bambini possono esser condotti alla prima visita a 6 anni, in occasione dell’inizio della permuta dentaria.

È importante evitare di preallertare il bambino con frasi sbagliatissime quali:

  • Stai tranquillo che non ti fa niente
  • Non sentirai alcun dolore
  • La puntura non fa male

Il tentavo di tranquillizzare il bambino non fa altro che informarlo a priori di una possibile cosa che in realtà non avverrà mai ma che immancabilmente creerà un meccanismo di allerta.

A cosa è dovuta l’alitosi?

L’alitosi è fondamentalmente frutto della fermentazione di residui di cibo fra i denti che oltre a causare il cattivo odore, forniscono nutrimento ai batteri responsabili della carie. Ponti vecchi ed infiltrati o capsule dai bordi carenti non fanno altro che aumentare l’accumulo di residui alimentari, la cui mancata rimozione corretta comporta ulteriori rischi per la salute della bocca.

Le otturazioni in composito durano meno che quelle in amalgama d’argento?

Le otturazioni in composito hanno negli ultimi anni soppiantato per caratteristiche estetiche le vecchie piombature. Le otturazioni in amalgama d’argento impegnavano le cavità da riempire rimanendo in sito grazie ad una ritenzione/adesione meccanica; contrariamente, le nuove otturazioni in composito vengono applicate ed incollate al dente.

Per quanto descritto sopra è comune quindi che una otturazione di nuova generazione possa incorrere in un più frequente distacco a differenza delle vecchie piombature che più raramente si staccavano portando con se però parte di dente a cui erano aggrappate.

Tutti possono fare l’implantologia?

La condizione fondamentale per l’inserimento di impianti endossei è che ci sia una sufficiente quantità di osso dove applicarli. In caso di carenza ossea è possibile talvolta ottenere un incremento con innesti di materiale osseo naturale o sintetico. Non possono esser messi impianti ai bambini fino alla fine della crescita ossea, a chi ha avuto un infarto entro i sei mesi successivi ed a chi è in cura con farmaci bifosfonati. Sono controindicazioni relative all’implantologia il fumo ed una carente igiene orale domiciliare che possono portare al fallimento dell’impianto

Si può togliere il dente e inserire l’impianto nella stessa seduta?

Si, si chiama impianto post-estrattivo ed è indicato quando la sostituzione di un dente in zona  frontale presenta un sito utile ad ospitare immediatamente l’impianto. Il meccanismo di guarigione del sito estrattivo aiuta contemporaneamente l’osteointegrazione dell’impianto. L’impianto post estrattivo accorcia notevolmente il tempo di protesizzazione della zona aumentando di un po’ il rischio di fallimento implantare.

Come scegliere una protesi?

Una protesi va scelta dal dentista sulla base della zona da protesizzare e del numero di denti mancanti. È compito del dentista guidare e consigliare il paziente alla scelta del tipo di protesi più adatta al caso descrivendo benefici e controindicazioni di ogni tipo di dispositivo adatto alla situazione.

Cosa vuol dire carico immediato?

Solitamente ai pazienti sottoposti a chirurgia implantare viene chiesto un periodo di attesa, variabile tra i 3 e i 9 mesi in base alla tecnica utilizzata, prima di procedere alla finalizzazione protesica. Questo al fine di garantire una buona guarigione dell’osso attorno agli impianti. Il continuo sviluppo tecnico-scientifico ha permesso di sviluppare moderne metodiche in grado di ridurre sensibilmente il tempo che intercorre tra fase chirurgica e protesica. La tecnica a carico immediato consente di azzerare del tutto il tempo di attesa tra le due fasi. Quindi, il paziente, che richiede la sostituzione di uno o più denti tramite l’implantologia a carico immediato, viene completamente riabilitato nell’arco della stessa giornata. Cioè, entra in ambulatorio per l’intervento e ne esce con il/i dente/i già in bocca. La metodica a carico immediato consente di risparmiare al paziente il disagio estetico, sociale e funzionale da mancanza di elementi dentari. Ovviamente questa opzione non è percorribile in qualsiasi situazione clinica. E’ quindi fondamentale affidarsi alla valutazione accurata da parte di personale medico specializzato in chirurgia implantare.

Protesi fissa o mobile?

La riabilitazione protesica, sia fissa che mobile, è una procedura complessa che deve tenere conto di numerosi fattori tra cui: Età del paziente, stato di salute generale, stato di salute orale, conformazione delle arcate dentarie, quali e quanti sono gli elementi che possono essere salvati e tra questi quali possono fungere da pilastri per la futura protesi, presenza di parafunzioni (bruxismo ecc.), quantità e qualità dell’osso ecc. Ma cosa ancora più importante è la valutazione delle aspettative e delle richieste del paziente. In generale si può affermare che la riabilitazione con protesi fissa risparmia al paziente problemi di instabilità e manutenzione (per esempio togliere il dispositivo la notte) a differenza di quella mobile che, inoltre, richiede tempi più lunghi per l’adattamento. Questo non significa che la protesi mobile sia una riabilitazione non valida, in quanto, anche in presenza di qualche difficoltà in più si raggiungono comunque risultati estetici e funzionali ottimali. Avvolte, in presenza di situazioni cliniche che impediscono la realizzazione di soluzioni fisse, la protesi mobile rappresenta l’unica alternativa percorribile. Da non dimenticare anche l’aspetto economico che gioca un ruolo fondamentale nel processo decisionale che porta il paziente ad optare per una decisione piuttosto che un’altra. La protesi fissa è caratterizzata da costi più elevati di quella mobile a causa della complessità dei materiali e delle tecniche utilizzate. La corretta riabilitazione protesica si ottiene quando il medico-protesista spiega vantaggi e svantaggi delle varie proposte di riabilitazione tenendo conto di tutte le possibili esigenze e richieste del paziente. Deve quindi esserci un perfetto connubio tra paziente e professionista.

Sbiancamento Led o domiciliare. Pregi e difetti.

Mediante lo sbiancamento a led si previene il seguente fenomeno: placca, tartaro, cibi e bevande rilasciano sulla superficie dei denti sostanze, dette pigmenti, che ne alterano il colore naturale. La normale igiene orale, associata a quella periodica effettuata nello studio dentistico non sempre riescono ad eliminare le macchie penetrate in profondità nei tessuti dei denti. Questi pigmenti possono essere neutralizzati mediante l’utilizzo di sostanze chimiche, chiamate perossidi, che vengono assorbite dai tessuti dentali e agiscono in profondità. Queste sostanze possono essere somministrate in una singola seduta direttamente nelle poltrona odontoiatrica, oppure viene istruito il paziente all’applicazione domiciliare. Nel primo caso si spalma sulla superficie dei denti un gel di perossido di carbamide che viene attivato da una lampada a LED che ne aumenta l’efficacia. La seduta di sbiancamento a led si svolge direttamente nello studio odontoiatrico e ha una durata di circa un’ora. La seconda metodica prevede la costruzione di una mascherina in silicone che avvolge i denti consentendo un intimo contatto con il gel di perossido. Il gel e la mascherina vengono consegnati al paziente che deve eseguire a casa 1 applicazione al giorno, per di 5 giorni da 2 ore ciascuna. In ogni caso la prescrizione e/o l’applicazione deve essere effettuata esclusivamente da personale sanitario. In ogni caso gli effetti indesiderati sono: la comparsa di sensibilità dentinale (che tende a scomparire nel giro di qualche giorno) e l’irritazione gengivale qualora il gel venga a contatto con la gengiva. Riguardo ai risultati ottenuti, entrambe le metodiche esaltano la lucentezza e il colore bianco dei denti in modo analogo.

Ablazione tartaro e smacchiamento: cosa significa?

Il mantenimento di una buona igiene orale è assolutamente fondamentale per la prevenzione di numerose patologie che affliggono i tessuti dentali e quelli che li sostengono, e viene garantita mediante la tecnica di ablazione del tartaro e smacchiamento.  Si distinguono due tipologie di igiene. L’igiene orale domiciliare è quella che effettua quotidianamente ogni individuo. Si consigliano strumenti come spazzolini manuali o elettrici, filo interdentale, collutorio, scovolini ecc. L’igiene orale Professionale è quella effettuata da un odontoiatra o un igienista dentale con strumenti complessi di uso esclusivamente professionale. Gli strumenti più frequentemente utilizzati sono: – ablatore del tartaro ad ultrasuoni (strumento che utilizza delle vibrazioni ad alta frequenza, che trasferite ad una punta metallica permettono di disgregare tartaro e placca), – spazzolini rotanti caricati con paste moderatamente abrasive e pistola Air flow che utilizza un getto di acqua, aria e polvere di bicarbonato a pressione per rimuovere particelle di sporco dalla superficie dei denti. Con ABT e smacchiamento si intende una seduta di igiene orale domiciliare con rimozione del tartaro mediante ultrasuoni e rimozione di macchie superficiali mediante air flow. Questa è una manovra che va effettuata 2 volte l’anno a meno che il pazienta non è affetto da malattia paradontale o altre problematiche che necessitano di un numero maggiore di sedute.

Cos’è l’implantologia All On Four e All On Six?

I continui sviluppi della chirurgia implantare (collegamento con implantologia) hanno permesso di creare moderne metodiche in grado di poter eseguire riabilitazioni complesse in tempi molto rapidi, grazie alle tecniche All On Four e All On Six. Tra le varie tecniche proposte dalle comunità scientifiche di tutto il mondo, All On Four e All On Six consentono un risparmio di tempo ma anche economico. Entrambe le tecniche sono dedicate a tutti quei pazienti che necessitano riabilitazioni totali delle arcate dentarie; ovvero che devono sostituire tutti gli elementi dentari o di una o di entrambe le arcate dentarie. Il nome delle tecniche si riferisce al numero di impianti utilizzati, da 4 a 6, per sostenere una protesi fissa (collegamento protesi fissa o mobile?) da un minimo di 12 elementi. I vantaggi di queste metodiche sono:

  1. velocità di esecuzione della parte chirurgica in quanto il numero di impianti è relativamente ridotto rispetto alle metodiche tradizionali.
  2. brevissimo intervallo di tempo che intercorre tra l’inserimento degli impianti e la consegna della protesi, circa 6-8 ore. Questa tecnica, chiamata carico immediato (collegamento carico immediato), consente al paziente di essere operato la mattina e di ritornare la sera nella sua abitazione con i denti protesici già in bocca. Tale condizione elimina i disagi classici da edentulismo (assenza di denti), come disagio estetico, fonetico, sociale e alimentare.
  3. Il numero ridotto di impianti consente, inoltre, di eliminare i costi dovuti a chirurgia avanzata e relativi materiali rendo, così, tali terapie più accessibili.

La protesi viene realizzata nell’arco della stessa giornata dell’intervento da un laboratorio di specialisti e montata dopo circa 6-8 ore sugli impianti precedentemente inseriti. E’ una protesi definitiva dal colore assolutamente naturale che riproduce forma e dimensioni di denti e gengive. Assolutamente non è un presidio provvisorio. Può essere modificata in qualsiasi momento dopo 3 mesi dalla sua applicazione in base alle esigenze e consigli del paziente. Questo intervallo di tempo consente di evitare inutili traumatismi agli impianti durante la fase di guarigione.

Queste metodiche sono adatte anche in quei casi dove la ridotta quantità di tessuto osseo richiederebbe l’esecuzione di interventi aggiuntivi per preparare la sede di inserimento degli impianti. Risulta possibile, quindi, intervenire su una larghissima fetta della popolazione che necessità di riabilitazione implantare operando con minore invasività, riducendo a una soltanto il numero di sedute chirurgiche necessarie e intervenendo con maggiore sicurezza e rapidità. In ogni caso, è fondamentale rivolgersi a personale specializzato al fine di poter valutare e quindi scegliere la migliore soluzione per ogni singolo paziente.

In cosa consiste la prima visita dentistica?

La prima visita dentistica rappresenta, senza ombra di dubbio, il momento più importante per la valutazione di qualsiasi caso clinico. E’ proprio in questa prima fase di dialogo che si deve istaurare tra le due parti un rapporto di fiducia reciproco, dove il paziente espone le sue problematiche di salute generale e orale che vengono valutate dal medico/odontoiatra per la formulazione di un piano di trattamento personalizzato. Le fasi operative di una prima visita dentistica consistono in un colloquio tra medico e paziente a cui segue un esame clinico (esame obiettivo) che permette di identificare le problematiche esposte dal paziente e quelle non conosciute e/o asintomatiche. Al fine di chiarire al meglio la natura dei problemi evidenziati si fa uso di telecamere a fibra ottica intraorali che permettono di visualizzare in uno schermo l’interno della bocca. Questo consente di interagire direttamente con i pazienti facendo vedere direttamente i motivi della discussione. La visita, qualora venga ritenuta necessaria, viene anche completata da una radiografia digitale dell’intera bocca (ortopantomografia) che riproduce un’immagine in 2 dimensioni in grado di valutare eventuali patologie dei tessuti duri (osso e denti) e cure già effettuate. Alla fine della visita verranno discusse tutte le opzioni percorribili tenendo conto delle richieste del paziente.

La prima visita dentistica consiste praticamente di:

  • Check-up dettagliato: un team medico specializzato eseguirà un’accurata visita di controllo e valuterà lo stato di salute del tuo sorriso.
  • Radiografia 2D: completa la visita la radiografia in 2D, un servizio in più per una valutazione approfondita … a 360°.

Perché uno specialista per ogni trattamento?

Perché vogliamo offrirvi il meglio per ogni trattamento! Un servizio altamente specializzato e qualificato, professionisti specializzati sempre aggiornati e competenti.

MEDICINA ESTETICA

Dal dentista per la Medicina Estetica?

No perché RIVA CENTRO MEDICO è poliambulatorio specializzato anche in Medicina estetica. I trattamenti di Medicina Estetica sono seguiti SOLO da medici chirurghi qualificati e specializzati. Perché per noi di RIVA CENTRO MEDICO è una vera e propria specializzazione!

Quali prodotti vengono impiegati per i trattamenti?

La scelta RIVA CENTRO MEDICO è Q-MED® marchio leader di mercato per lo sviluppo e la produzione di prodotti per i trattamenti estetici e correttivi. Una divisione Galderma che offre una gamma completa nel settore estetico a livello mondiale.

Quali sono le precauzioni prima e dopo i trattamenti?

BOTOX

  • Accurata detersione del volto prima del trattamento
  • Evitare di massaggiare e/o tamponare con forza la zona trattata per almeno 4 ore dal trattamento, per evitare lo spostamento accidentale della tossina
  • In caso di comparsa di ematomi, effetto collaterale poco frequente, nei giorni seguenti applicare crema all’arnica per ridurre il gonfiore

FILLER/BIORIVITALIZZANTI

  • Accurata detersione del volto prima del trattamento
  • Evitare diretta esposizione al sole il giorno stesso dopo il trattamento
  • Posizionare ghiaccio sulla zona trattata
  • Massaggiare la zona trattata, in particolar modo i solchi naso-genieni e labbra, la distensione naturale del prodotto
  • In caso di comparsa di ematomi, effetto collaterale poco frequente, nei giorni seguenti applicare ghiaccio e crema all’arnica per ridurre il gonfiore

Cos’è la Medicina Estetica?

La medicina estetica comprende tutto ciò che la pratica medica può ottenere, da un punto di vista estetico senza l’uso del bisturi. I trattamenti di medicina estetica sono svolti in ambito ambulatoriale, non sono invasivi per il paziente e permettono di tornare alle normali attività dopo soli 30 minuti dal trattamento.

Contattaci ora

TUTTI I TRATTAMENTI

  • Medicina Estetica

    Un gruppo di medici estetici d’esperienza valuterà con attenzione il quadro complessivo e ti consiglierà al meglio, proponendo il trattamento più indicato per te, illustrandoti le procedure e i sorprendenti risultati ottenibili in una sola seduta.

  • Implantologia

    Come tornare a sorridere anche dopo la perdita dei denti naturali? Attraverso il miglior sistema di ricostruzione dentale che ripristina il sorriso del paziente, grazie a protesi fisse, in modo funzionale ed esteticamente valido.

  • Igiene e prevenzione

    Per igiene orale si intende la pulizia dentale della cavità orale e tutte le metodologie necessarie per ottenerla, siano esse a livello domiciliare che a livello professionale.

  • Sedazione cosciente

    Grazie alla nuova ed innovativa tecnica di sedazione cosciente, il dentista è in grado di favorire la serenità dei pazienti attraverso l’utilizzo di ossigeno e azoto.

  • Estetica dentale

    Per rendere ancora più bello il vostro sorriso attraverso il miglioramento della forma e del colore dei vostri denti, rendendo la superficie più brillante, omogenea e bella.

  • Conservativa

    Per la cura della carie e la ricostruzione degli elementi dentali danneggiati, così da sanare e conservare il dente ripristinando poi forma, funzione ed estetica.

  • Chirurgia

    Grazie ad una serie di interventi chirurgici, basati sull’estrazione di denti, sia per la risoluzione di particolari patologie sia per problematiche estetiche, i vostri denti risulteranno sani e belli, garantendo salute ed estetica.

  • Endodonzia

    Anche l’interno del dente è importante: per far fronte a malattie o traumi che colpiscono i tessuti interni del dente o che circondano la sua radice, si attuano trattamenti endodontici che permettono di salvare il dente restituendogli un ottimo stato di salute.

  • Parodontologia

    Ci prendiamo cura non solo del vostro sorriso, ma anche delle gengive e delle strutture di supporto del dente. Lo facciamo attraverso la prevenzione, la diagnosi e la cura delle patologie che possono colpire questi tessuti.

  • Gnatologia

    Per studiare e curare dal punto di vista anatomico-funzionale tutti i problemi che possono provocare cefalea, dolori cervicali e facciali, blocchi mandibolari o disfagie, ecc., connessi all’apparato masticatorio.

  • Ortodonzia e Invisalign®

    L'ortodonzia corregge l'errato posizionamento dei denti e/o della mandibola, raggiungendo, attraverso l’utilizzo di particolari supporti, non solo l’allineamento dei denti ma anche un equilibrio tra salute dentale e salute complessiva del paziente, una perfetta efficienza della masticazione e la bellezza del sorriso.

  • Odontoiatria pediatrica e pedodonzia

    L'odontoiatria pediatrica è il settore dell'odontoiatria che si occupa della cura dei denti dei bambini.

PRENOTA UNA VISITA






Le nostre sedi:

Alzate Brianza (CO)

Via 4 Novembre, 31 – 22040
Tel. 031-3351781

Figino Serenza (CO)

Via Don Luigi Meroni, 35/A – 22060
Tel. 031-780013

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi